Dal punto di vista dell’arredo, il divano è sicuramente il mobile più importante del soggiorno. Il suo stile, infatti, incide ampiamente su quello della stanza ed è quindi sconsigliabile fare scelte di cattivo gusto per quanto riguarda questo mobile tanto indispensabile nella vita di tutti i giorni. Ma come scegliere il colore del divano? Di seguito riportiamo le varie opzioni possibili.

Divano bianco o chiaro: non sempre è adatto!

Scegliere un divano di colore bianco è probabilmente una delle soluzioni più eleganti che ci siano. Questo tipo di modello, oltre a essere decisamente di classe, offre infatti il vantaggio di dare luce e serenità alla stanza. Al tempo stesso, però, a causa del fatto che si sporchi facilmente, il bianco è certamente il colore più temuto da chi ha bambini piccoli o animali da compagnia in casa. In questo caso è sicuramente bene adottare almeno due precauzioni: optare per un divano sfoderabile per fare le pulizie di primavera non appena se ne sente il bisogno e magari non scegliere proprio un bianco puro, ma una tonalità meno netta. Un divano color lino, ad esempio, è sempre chiaro, ma al tempo stesso più tenue e perfetto, tra le altre cose, per un arredo in stile scandinavo!

Divano grigio: un colore che sta bene con tutto

Il grigio si sporca molto meno facilmente del bianco ed è un colore abbastanza neutro per adattarsi alla maggior parte degli interni. Sia che ti piaccia un arredo in stile nordico, che uno più rustico o contemporaneo, un divano grigio passerà sempre inosservato, lasciandosi ricordare essenzialmente per la funzione che assolve. Tuttavia i vantaggi del grigio costituiscono anche le sue debolezze e chi cerca originalità e ispirazione rischia di trovarlo un po’... noioso! Anziché optare per un grigio classico, allora, perché non provare nuove tonalità alla moda come un divano color tortora? Un altro colore che può sostituirsi al grigio e dare un tocco di colore alla stanza, pur restando neutro e adatto a ogni stile è poi il blu scuro.

Il nero sta bene con tutto

Il nero e le tonalità più scure continuano ancora oggi a conquistare molti acquirenti, e non è difficile capire perché. Questo tipo di divani offre infatti il vantaggio di essere molto sobri e eleganti, soprattutto se in tessuto spesso o in pelle. Inoltre tendono a sporcarsi poco e donano al salone un piccolo tocco, sempre benaccetto, di calma e distinzione. Attenzione però, perché un divano nero tende a rendere la stanza più scura ed è quindi consigliabile solo in ambienti che dispongono di una buona luminosità. Inoltre è bene compensare l’aspetto un po’ austero di questo mobile con cuscini e plaid colorati che invitano al relax e danno un po’ di colore all'arredo.

Un divano colorato risulterebbe eccessivo?

Alzi la mano chi non si è mai sentito cogliere dallo schiribizzo di fare qualcosa di completamente diverso dal solito. Scegliere un divano colorato, soprattutto se di un colore intenso e particolarmente acceso, è un ottimo modo di conferire una forte personalità al salone. Il rosso scarlatto, il giallo canarino o ancora il verde mela sono certamente colori poco usuali per un divano, ma possono rivelarsi un vero e proprio successo se anche il resto (tende, cuscini, ecc.) è curato come si deve. Una sola condizione è d’obbligo per dare equilibrio al tutto: i muri devono rimanere bianchi. Inoltre è bene tenere presente che la forte personalità di un divano colorato, con il tempo, può stancare. Perciò pensaci bene, prima di lasciarti andare!

Scopri anche:

Guida all'acquisto
Guida all'acquisto
Guida all'acquisto
Guida all'acquisto